[cs] [de] [en] [es] [fr
i Maestri dello IALS
Stefania De Giosa
Stile: Classico

Danzatrice, coreografa, insegnante free lance di danza  classica e contemporanea.

Inizia molto giovane i suoi studi di Danza Classica, Danza di Carattere, Moderna, Jazz, Tap Dance a Bari con C. Jameson, D. Durant, M. Fenn e C. Gill.

Nel 1990 consegue l’Advanced Certificate of Modern Theatre Dance con l’Imperial Society of Teachers of Dancing of London e nel 1993 l’ Associate Qualification as a Teacher of Modern Theatre Dance (I.S.T.D.) conseguito con il massimo dei voti.

Nell’estate 1993 si trasferisce a Cannes dove studia danza classica, modern jazz e danza contemporanea presso Le Centre International de Danse Rossella Hightower.

Nel 1994 consegue l’Elementary Certificate of Modern Theatre Dance Branch of Tap Dancing (I.S.T.D) e l’ Advanced Certificate of the Royal Academy of Dancing of London.

Nell’estate del 1994 si trasferisce a Londra e studia danza classica e contemporanea presso la London Contemporary Dance School dove, superando l’audizione, è stata ammessa alla scuola.

Studia per tanti anni modern-jazz, contemporaneamente alle diverse tecniche di danza moderna (Graham, Lìmon, Cunningham, Horton), per poi approfondire lo studio della danza contemporanea in molte sue espressioni, come la tecnica Release, l’Improvvisazione, il Contact e il Floor Work.

Tra i suoi maestri di modern-jazz: Steve La Chance, Bill Goodson, Michelle Assaf, Silvie Mougeolle, Jason Parsons. Tra i suoi maestri di danza moderna e contemporanea: R. Poitier (tecnica Graham), Mami Raomeria (tecnica Lìmon), D. Tinazzi, D. Verga, Darren Ellis (tecnica Cunningham), S. Sastri, Max Luna III (Alvin Ailey, tecnica Horton), Fabrizio Monteverde (Aterballetto), Duncan MacFarland, Rachel Krische (tecnica Release).

Nel luglio del 2004 consegue la Laurea in Lingue e Letterature Straniere (110Lode/110), Università degli Studi di Bari. Tesi in Letteratura Inglese: “Forme del linguaggio musicale in Shakespeare”. Continua un lavoro di ricerche bibliografiche sulle trasposizioni in danza delle opere shakespeariane, con grande attenzione al valore espressivo della danza. Attualmente lavora ad un saggio sull’argomento.

Nel 2005 si trasferisce a Roma per frequentare un Corso di specializzazione professionale con la compagnia N. Euroballetto.

Contemporaneamente si interessa sempre più alla coreografia e partecipa al Corso Professionale di Aggiornamento di Coreografia Contemporanea e Sinergie con le Arti di Palcoscenico ( European Dance Alliance ).

Prosegue il suo perfezionamento della danza classica e contemporanea all’estero e nel 2005 si trasferisce nuovamente a Londra dove studia presso centri come London Contemporary Dance School, Greenwich Dance Agency, Danceworks e Pineapple. Dopo aver studiato tecnica Cecchetti e Vaganova con diversi maestri di fama internazionale, apprende la tecnica Maggie Black e Balanchine con i maestri R. Paroni e Antonia Franceschi (New York City Ballet). Tra i suoi maestri di danza classica: S. Humailà, M. Trayanova, M. Smirnova, R. Strajner, V. Livtinov, K. Burnett, F. Olivieri, R. Price, M. Silver, R. Chai, P. Lewis, Wayne Byars.

Studia con prestigiose compagnie di fama internazionale: Richard Alston Dance Company (Londra), Compania Nacional de Danza Nacho Duato (Madrid), Victor Ullate Ballet (Madrid).

A settembre del 2009 viene ammessa dall’Accademia Nazionale di Danza (Roma) al Biennio Specialistico per l’Insegnamento della Danza Classica, quindi frequenta il primo anno, seguendo tra gli altri, i corsi di Fisiotecnica e Gyrokinesis di cui sostiene e supera a pieni voti gli esami.

Nel suo percorso formativo approfondisce le sue conoscenze anche grazie allo studio del Tai Chi e dello Hatha Yoga.

Come danzatrice lavora con compagnie di danza contemporanea e neo-classico in Italia e all’estero: la Compagnia di Balletto diretta dal coreografo Reginald Poitier per la Stagione 1993: “Song of Liberation”, Teatro Orfeo (Taranto); il Balletto della Fondazione Piccinni di Bari, con la direzione artistica di Grazia Galante, coreografie Giuseppe Mintrone: “Francesco”, “Schonheit dagegen”, “Baccanale”, “Atlante” (Festival Gravina Danza 1998), “Bolero” coreografie di Maurice Bèjart, Teatro Politeama Siracusa (Reggio Calabria), “Le Divine Illusioni”. Con la Compagnia Altradanza, con la Anya Ison Wallace Dance Company, The Small Ballet (UK) - Tournè in Inghilterra.

Danza anche in molte performances da lei stessa create, fra cui molte in collaborazione con la galleria d’arte Il Centauro, nelle quali la danza si fondeva con altre forme artistiche come la poesia, la pittura, la scultura, video e musica.

Come coreografa e danzatrice ha creato diversi lavori in cui le arti, dalla danza alla musica, alla poesia, alla pittura, comprese quelle multimediali si fondevano, ottenendo positivi riscontri dal pubblico e dalla stampa.

Nel giugno 2008 un suo gruppo di danza contemporanea con una sua coreografia arriva semifinalista nella sezione gruppi di danza contemporanea del Concorso Nazionale Danza Sì.

Nell’ottobre 2008 partecipa come ideatrice, coreografa, regista e danzatrice con una sua opera prima nella sezione “In divenire” del Festival Visioni di (p)arte – Teatro Kismet (Bari), ottenendo ottime recensioni della stampa ( Il Quotidiano della Puglia, Tutto Danza Anno XXXII N° 4, Inverno 2008-2009).

Nell’aprile 2009 un suo allievo è finalista con sue coreografie nella sezione solisti di danza contemporanea al Concorso Internazionale di danza 'Città di Rieti'.

Nel luglio 2013 è invitata al GALA del Conero Dance Festival dove presenta e danza con il suo gruppo di ballerini la coreografia Not Afraid, da lei stessa coreografata.

Nel maggio 2014 lavora come coreografa e danzatrice insieme al suo gruppo di ballerini ad una coreografia presentata al MAXXI Museo di Arti Contemporanee (Roma) per lo IALS (Roma) e l’ Ambasciata Britannica, in onore della visita del Principe Henry del Galles.

Parallelamente al suo percorso come danzatrice e coreografa, insegna danza classica e contemporanea da tanti anni.

A/S 2000/2001 – A seguito dell’accettazione della proposta di un progetto di inserimento della propedeutica alla danza nelle classi della scuola elementare, svolge un laboratorio extracurriculare di propedeutica alla danza al XXIII Circolo Didattico “ Montello” (Bari).

Prepara allievi ad un percorso di formazione professionale, finalizzato quindi a prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali e audizioni per scuole professionali (Scala di Milano, English National Ballet, Royal Ballet School, Ballet Schule Hamburg Ballet John Neumeier, Opera de Paris) e compagnie di fama mondiale (Slovak National Ballet Company, Le Ballet du Capitole de Toulouse, Opera National de Bordeaux, English National Ballet, Rome Opera Ballet, Dortmund Ballet Company, Pasodos Dance Company, Opera de Nice).

Nel Luglio 2014 partecipa come insegnante osservatrice alla ROYAL BALLET SUMMER SCHOOL assistendo alle classi dei corsi inferiori della WHITE LODGE e superiori di COVENT GARDEN.

Nel Luglio 2015 frequenta il corso di perfezionamento per insegnanti REGARDS CROISES alla Scuola di danza dell’ OPERA DI PARIGI.

Al momento vive a Roma dove insegna danza classica e danza contemporanea allo IALS, continuando senza sosta un suo lavoro di ricerca coreografica nel campo della danza contemporanea, del teatro e dei nuovi linguaggi multimediali, in cui si fonde tutta l’esperienza maturata.






 
IALS © 2018 - Per problemi tecnici contattateci